Londra oltre ad essere una città grande è piena di musei e alcuni sono anche gratis.

British museum

Il celebre British Museum espone opere del genere umano provenienti da tutto il mondo, dalla preistoria ai giorni nostri. Tra gli artefatti più famosi troverete la Stele di Rosetta, le sculture del Partenone e le mummie della collezione sull’Antico Egitto. L'ingresso è gratuito

 

Natural History Museum

Oltre all’esposizione permanente di dinosauri, il Natural History Museum vanta una collezione degli animali più grandi, alti e rari del mondo. Venite ad ammirare una balenottera azzurra a grandezza naturale, un ragno di 40 milioni di anni e la splendida Central Hall. L'ingresso è gratuito

Science Museum

Dal futuro dei viaggi nello spazio alla fatidica domanda “chi sono?”, il Science Museum farà esercitare il vostro cervello con una ginnastica mentale degna delle Olimpiadi.

Potrete ammirare, toccare e provare le più importanti scoperte scientifiche degli ultimi 300 anni; e non dimenticatevi del fantastico cinema Imax. L'ingresso è gratuito

Victoria and Albert Museum

Il V&A celebra l’arte e il design attraverso un patrimonio di 3000 anni di incredibili manufatti provenienti da tutto il mondo. Una vera e propria miniera di chicche, non saprete mai cosa vi aspetta: mobili, dipinti, sculture, oggetti in metallo e tessuti. E la lista potrebbe continuare all’infinito… L'ingresso è gratuito

La National Gallery di Londra è il più noto museo- pinacoteca al mondo per importanza al pari del Louvre di Parigi o del Museo del Prado di Madrid . Fondata nel 1824, il suo edificio si affaccia al lato nord della piazza di Trafalgar Square dominata dalla statua dell’ammiraglio Nelson. La collezione di dipinti da ammirare ammonta a 2300 opere di varie epoche dalla metà del XII secolo al secolo scorso. La collezione della National Gallery appartiene al popolo britannico ed inizialmente la collezione della National Gallery era piuttosto modesta. In seguito il Governo del Regno Unito acquistò 36 dipinti dal banchiere John Julius Angerstein nel 1824. Dopo quella prima acquisizione il museo fu ampliato e migliorato soprattutto grazie all'opera dei suoi primi direttori, tra i quali si ricorda Sir Charles Lock Eastlake, e a donazioni da parte di privati, che a tutt'oggi rappresentano i due terzi della collezione. Il risultato della National Gallery è una collezione con opere molto importanti appartenenti a vari periodi artistici, dal primo Rinascimento al Post-impressionismo. John Constable e Turner sono i maggiori esponenti della scuola pittorica inglese. A narrare la scuola italiana tra le magnifiche sale troviamo il Beato Angelico, il Botticelli, il Bronzino, Il Caravaggio, Raffaello, il Perugino solo per citarne alcuni. Van Gogh, Rembrandt e Rubens sono i maggiori esponenti della scuola fiamminga, Renoir e Seurat per la scuola pittorica francese, Goya , El Greco e Velazques per la scuola spagnola ed infine Durer e Cranach per la scuola tedesca.

Il Museum of London è collocato vicino al complesso del Barbican e comprende 12 gallerie che narrano la storia della capitale dalla preistoria fino alla seconda guerra mondiale. Questo museo, meno noto degli altri racconta la storia di Londra con un totale di oltre un milione di reperti. Il periodo romano è ricostruito nella Roman London Gallery, con più di 2000 oggetti originari che illustrano la vita quotidiana in epoca romana. Una strada romana, le terme pubbliche, un foro e l'interno di alcune case ma anche mosaici, sculture fino ad un porto sono state ricostruite all'interno del museo. Il viaggio cronologico nel museo continua fino al periodo del Grande Incendio del 1666.
 

Il museo del Tate Modern è un esempio di riqualificazione industriale. Sorta dall’ex centrale elettrica progettata da Sir Giles Gilbert Scott che fu attiva fino al 1981 nel Bankside,  ora ospita una spettacolare collezione di arte moderna e contemporanea grazie alla riconversione voluta dal governo inglese e progettata dallo studio svizzero Herzog & De Meuron. Le opere abbracciano i vari periodi artistici mondiali che si sono alternati dal 1900 ai giorni nostri. Dall’astrattismo al minimalismo passando per la Pop Art, lo Spazialismo, la Scuola di Londra e la Body Art con molto altro ancora.

La storia del Pollock Toy Museum risale nel lontano 1800 quando un giovane di nome Benjamin Pollock, sposato con Eliza Redington ereditò l'attività che il suocero gestiva. L'azienda consisteva in un magazzino di stampa teatrale. In 60 anni ha condotto da solo l'intera attività e quando morì nel 1937 il lavoro è stato portato avanti dalle figlie Luisa e Selina e le tante difficoltà portarono il business sull'orlo della chiusura. Nel 1955 Marguerite Fawdry acquistò la collezione do oggetti e rivitalizzò l'azienda.
 

Il Bramah Museo è distante solo due minuti da London Bridge Station ed è il primo museo al mondo completamente dedicato alla storia del te e del caffè. Narra i 400 anni di storia commerciale e sociale delle due più importanti commodities fin da quando giunsero in Europa dal lontano Oriente e dall'Africa. Attraverso le sue ceramiche, e teiere, stampe risponde a tutte le domande che i visitatori si pongono sul te e caffè inglese.
 

La National Portrait Gallery fondata nel 1856, si erige proprio dietro la National Gallery di cui ne prende in parte il nome , è una famosa collezione artistica di ritratti di tutto il mondo. Ospita al suo interno circa 10000 ritratti (dipinti, disegni, sculture e fotografie) dei personaggi più celebri dal MedioEvo fino ai giorni nostri. Politici e poeti, nobili e pop star tutti sono rappresentati in questa collezione Oltre alle opere che riproducono i personaggi della storia inglese all’interno vi sono conservati il ritratto di Enrico VIII, quello della regina Elisabetta I , Elisabetta II e William Shakespeare.  Si inizia con i Tudor all’ultimo piano e si prosegue fino al pianterreno con i personaggi del dopoguerra.
 

Tate Britain è la Tate Gallery originale e presenta la più grande collezione d'arte britannica del mondo. Potete esplorare più di 500 anni di creatività comprendenti artisti britannici famosi che vanno da JMW Turner, Thomas Gainsborough, John Constable, i Pre-Raffaelliti e William Blake a David Hockney, Francis Bacon ed alle opere contemporanee della serie Art Now.
Le mostre di questa vasta Collezione sono gratuite e sono integrate durante tutto l'anno da mostre speciali collegate all'arte britannica. La Tate Gallery si trova a pochi passi da Parliament Square, sul Millbank.
Ospita una ricchissima collezione di pittura e scultura.
 

L'Imperial War Museum fu inaugurato nel 1917 con l'intento di esporre materiale relativo alla prima guerra mondiale.
Da principio la mostra era locata all'interno della Grande Esposizione del 1851 (nel Crystal Palace). Successivamente all'incendio che distrusse l'edificio, il museo venne spostato presso l'attuale sede, un ex ospedale psichiatrico: il Bethlem Royal Hospital. La galleria principale ospita carri armati, razzi V2, uno Spitfire ed un missile Polaris. Dagli orrori delle trincee nelle Fiandre fino alla tecnologia della guerra del Golfo le tecnologie ed i costi di una guerra sono raccontate in modo da sensibilizzare il pubblico. La parte interattiva prevede una passeggiata nelle trincee della prima guerra mondiale, una ricostruzione delle strade di Londra devastate dalle bombe durante il blitz.

Il Museo delle cere di Londra, Madame Tussaud, è la maggior attrazione dopo il British Museum e la National Gallery attraendo ogni anno più di 2,5 milioni di visitatori. Il Madame Tussaud e le sue cere giunse a Londra nel 1802 costretta a lasciare la Francia a causa della Rivoluzione. Marie Tussaud nasce a Strasburgo e lavorava come governante nella casa del Dr Curtius espertissimo in modelli di cera. Fu proprio il dottore ad insegnare la tecnica della modellistica a Marie. Curtius successivamente divenne famoso dopo aver realizzato un modello di cera per l'amante di Luigi XVI. Marie si dedicò a quest'arte ed il suo primo modello fu quello di Francois Marie Arouet de Voltaire. Nel 1794 il dr Curtius morì e lasciò la sua collezione di lavori di cera a Marie. La Chamber of Horror è dedicata a torture ed omicidi di massa, Dracula e Jack lo Squartatore. L'ultima sezione infine chiamata Spirit of London è un viaggio attraverso la storia della capitale su taxi neri in miniatura.

 

Il Theatre Museum di Londra propone vari oggetti come materiali di scena, programmi e costumi dal mondo del balletto, del teatro, del circo e dell'opera. All'interno vi è anche una mostra semipermanente (“Slap”) sulla storia del trucco di scena.
Sei volte al giorno vengono date dimostrazioni tra le 11 le 15 e le 17 e potreste essere scelti tra il pubblico per sottoporvi al trucco teatrale.

Il London Canal Museum traccia la storia sociale e commerciale dei battelli sul canale e delle persone che vi hanno vissuto e lavorato. Il museo è collocato in un antico magazzino risalente al XIX sec. dove veniva immagazzinato il ghiaccio importato dalla Norvegia che poi veniva caricato sui carri trainati dai cavalli e i commercianti andavano a rifornire i mercati del pesce e della carne, gli ospedali e le case signorili di Londra.

Il Freud Museum si trova nella zona nord di Londra ad Hampstead al 20 Maresfield Gardens ed occupa la casa dove Freud visse, dopo essere sfuggito ai nazisti nel 1938 fino alla sua morte soprevvenuta l'anno seguente. Vi sono conservati lo studio, incluso il famoso divano usato per le sedute psicoanalitiche, la collezione di antichità erotiche e gli archivi.

Il Geffrye Museum è il più amato museo di Londra in quanto mostra i diversi stili di arredamento inglese dal 1600 ai giorni nostri. In questo museo si possono apprezzare gli interni di ben 11 periodi di storia dell'arredamento che copre 400 anni dal 1600 ai giorni nostri.

La storia di questo museo che raccoglie le più grandi opere dell'arte moderna italiana.
Ha una storia molto affascinante in quanto è nato dall'amore per l'arte dei suoi due benefattori, un sociologo americano e una signora tedesca Eric e Salome Estorik che si conobbero sulla nave Queen Elizabeth in viaggio verso l'America. Il periodo pittorico più rappresentativo della colleione è il futurismo da Modigliani a De Chirico, Sironi, Morandi, Carrà e Boccioni.
Fanno inoltre parte della collezione anche le opere d'arte di ardengo Soffici, Giacomo Manzù, Marino Marini e Giorgio Morandi.

Il Dickens Museum si trova a Bloomsbury ed è la casa dove Dickens ha trascorso parte della sua vita.
La casa natale non esiste più e sorgeva nella zona di Camden Town. Quella dove si trova oggi il museo è solo una delle quindici case che lo scrittore occupò a Londra. All'interno sono raccolte lettere, quadri, manoscritti, lo scrittoio dove videro la luce alcuni suoi romanzi e arredamenti dell'epoca. L'insieme offre un interessante scorcio della vita professionale e privata dello scrittore.

Il Sir John Soane Museum è collocato vicino ai Lincoln's Inn Field nella zona di Holborn vicinissimo agli edifici della London School of Economics. E' uno dei musei proveniente da una collezione privata più ricco e sorprendente che la città può vantare. Stiamo parlando della collezione privata dell'architetto Sir John Soane, artista e collezionista d'arte che ebbe la sua scena tra il XVIII e XIX secolo. La destinazione a museo della sua collezione rappresenta la sua volontà testamentaria di lasciare alla nazione l'enorme cultura raccolta negli anni a patto di tramandarla così come lui l'avrebbe lasciata e da allora non venne spostato neanche un soprammobile. All'interno vi sono opere di Hogarth, Reynolds, Turner e Canaletto, numerosi suoi studi architettonici e il sarcofago egizio di Seti I. Una biblioteca di 7000 tomi correda l'enorme mostra di suppellettili, miniature e cammei da tutto il mondo.


Homepage gratis da Beepworld
 
L'autore di questa pagina è responsabile per il contenuto in modo esclusivo!
Per contattarlo utilizza questo form!